Cenni e Informazioni della città di Alcamo in Sicilia

INTRODUZIONE SULLA CITTA’

Alcamo  è un comune italiano di 45.985 abitanti della provincia di Trapani in Sicilia. Alcamo è situata al confine con la provincia di Palermo, a una distanza di circa 50 km sia da Palermo che da Trapani. Sorge ai piedi del Monte Bonifato. Il territorio comunale oggi si estende su una superficie di 130,79 km². A nord è bagnata dal mar tirreno, confina ad est con i comuni di Balestrate e Partinico, a sud con quello di Camporeale e ad ovest con quelli di Calatafimi-Segesta e Castellammare del Golfo. La sua più importante frazione è Alcamo Marina, che dista circa 6 km dal centro cittadino.

 

 

TERRITORIO E CLIMA

Alcamo si trova al centro del Golfo di Castellammare, a 258 metri s.l.m. ed è situata alle pendici del Monte Bonifato, complesso calcareo che raggiunge gli 825 metri s.l.m., e che al di sopra dei 500 metri ospita la Riserva naturale del Monte Bonifato. Il clima è temperato e la posizione centrale rispetto al Golfo di Castellammare regala dei panorami caratterizzati da magnifici orizzonti, che dal Monte Bonifato è ancora più facile scorgere. Le campagne circostanti regalano uno splendido paesaggio di ondulanti colline piene di vigneti e ad Alcamo marina è ancora possibile ammirare le dune di sabbia. La compresenza di città, montagna, campagna, spiaggia e mare rende il territorio alcamese pieno di alternative naturalistiche. Al di fuori del centro abitato, ma comunque all’interno del territorio comunale, dirigendosi verso Palermo si incontra il Castello di Calatubo, fortezza edificata in epoca altomedievale.

MONUMENTI E LUOGHI DI INTERESSE

  • Casa De Ballis: presenta un’affascinante torre cinquecentesca
  • Basilica Santa Maria Assunta: detta anche Chiesa Madre, è una realizzazione seicentesca intitolata all’Assunta; sul posto esisteva un luogo di culto del XIV secolo del quale sono visibili il portale e l’elegante campanile. Sorge nel pieno centro cittadino a due passi da piazza Ciullo. L’interno, tripartito, è affrescato da Guglielmo Borremans nelle cappelle laterali sono presenti opere di Antonello Gagini. Dal 2010 è stato sapientemente allestito un Museo della Basilica con moltissime opere provenienti dalle chiese alcamesi.
  • Chiesa di San Francesco: sono conservate un’ancona in marmo, ritenuta probabile opera di Domenico Gagini, e due sculture riproducenti la Maddalena e San Marco attribuite ad Antonello Gagini.
  • Badia Nuova: nota anche come San Francesco di Paola, custodisce una pittura di Pietro Novelli e figurazioni allegoriche di Giacomo Serpotta.
  • Chiesa di Sant’Oliva: (XVIII secolo) custodisce una pittura del Novelli (altare maggiore) e lavori dei Gagini.
  • Chiesa dei Santissimi Paolo e Bartolomeo: dai caratteristici tratti barocchi, accoglie una pregevole Madonna del Miele, di antichissima fattura (1300 circa).
  • La Chiesa di Santa Maria di Gesù, che ospita le spoglie del beato Arcangelo Piacentini da Calatafimi.
  • Castello dei Conti di Modica
  • Castello di Calatubo
  • Riserva naturale Bosco d’Alcamo

 CULTURA

Originario del luogo fu il poeta Cielo d’Alcamo (noto anche come Ciullo d’Alcamo), autore del “contrasto” “Rosa fresca aulentissima”, che scrisse nel XII secolo in italiano volgare. All’illustre concittadino gli alcamesi hanno, via via nel tempo, intitolato molte emergenze della città, come la piazza principale, il teatro comunale e il Liceo Classico “Cielo d’Alcamo” che, fondato nel 1862, rappresenta uno dei più antichi istituti del mezzogiorno. Dal punto di vista culturale, Alcamo vide nei secoli successivi un fiorire di attività legate alle arti, come l’edificazione di chiese ed edifici dapprima in stile barocco, poi rinascimentale, con l’afflusso di numerose personalità di livello internazionale: pittori (Guglielmo Borremans, ma anche il talentuoso pittore monrealese Pietro Novelli), scultori (Antonello Gagini e Giacomo Serpotta) ed artisti vari che hanno impreziosito ed abbellito l’immagine della città. La Chiesa Madre cittadina, che raccoglie buona parte di queste opere, è una realizzazione seicentesca intitolata all’Assunta; sul posto esisteva un luogo di culto del XIV secolo del quale sono visibili il portale e l’elegante campanile. L’interno, tripartito, è affrescato dal Borremans nella porzione absidale e nelle cappella laterali sono presenti importanti opere del Gagini quali il Transito della Vergine ed il Crocifisso. Altre opere presenti all’interno sono di suoi allievi. Nella Basilica è presente un museo d’arte sacra istituito nel 2010, sapientemente allestito che raccoglie opere provenienti dalle chiese di Alcamo. All’interno della chiese vi è un’opera di Architettura Moderna dedicata a Don Rizzo fondatore della omonima Banca opera dell’Arch. Paolo Portoghesi Da rimarcare anche le chiesa di San Francesco, nella quale sono conservate altre opere del Gagini, ossia un’ancóna in marmo e due sculture riproducenti la Maddalena e San Marco. Di rilevanza artistica anche la Badia Grande, che è una chiesa barocca conservante dipinti del Novelli risalenti alla prima metà del XVII secolo; la Badia Nuova, caratterizzata da significative statue del Serpotta; la chiesa di San Tommaso risalente al XV secolo nobilitata da un grande portale con decorazioni geometriche. Nel castello di Alcamo si trova un teatro per l’opera dei pupi e spesso vengono tenute rappresentazioni.

EVENTI

2/6 gennaio: trofeo internazionale costa gaia

19/21 giugno: festa della patrona

15/16 dicembre: Cortiamo – Concorso internazionale del cortometraggio

ECONOMIA

Alcamo è uno dei centri principali in Sicilia per la produzione del vino, specialmente il Bianco Alcamo. A questa attività si affianca l’allevamento bovino e ovino, la coltivazione dell’olivo, dei cereali e del famoso melone locale, chiamato localmente miluni purceddu. Nel settore primario è significativa anche l’attività estrattiva (in particolare del marmo, ma anche travertino), il terziario più o meno avanzato rimane comunque il settore con più occupati.

INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

La città è servita con 2 svincoli dall’Autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo, oltre allo svincolo di Castellammare del Golfo che collega all’entrata sud di Alcamo. La ferrovia Palermo-Trapani non passa per il centro cittadino, bensì lungo la costa e poi all’interno sul versante ovest. La stazione ferroviaria di Alcamo diramazione si trova in prossimità dello svincolo autostradale Alcamo ovest, inoltre la stazione ferroviaria di Castellammare del Golfo è ubicata nel territorio di Alcamo, precisamente ad Alcamo Marina. Passano per Alcamo inoltre le strade statali 113 e 187.Alcamo dista circa 40 km dall’aeroporto di Palermo-Punta Raisi e circa 50 km dall’aeroporto di Trapani-Birgi.

SPORT

Lo sport più seguito e praticato ad Alcamo, come nella gran parte dei comuni italiani, è sempre stato il calcio; la principale squadra cittadina, l’Alcamo, è stata in passato protagonista di numerosi campionati di Serie C, dove risaltano le memorabili vittorie contro Bari e Crotone, e di Serie D. Può vantare, nel suo palmares, oltre a vari trofei regionali, la conquista della Coppa Italia Dilettanti nel 1996 e la seguente Supercoppa Italiana Dilettanti. Queste furono, con il periodo d’oro della serie C, le più belle pagine della storia calcistica alcamese. Una recente crisi societaria ha fatto sì che la compagine, che si trovava in Serie D, fallisse e ripartisse dalla prima categoria, così la prima squadra cittadina milita adesso nel campionato di Eccellenza regionale, a seguito della ennesima rifondazione nel 2010. Molto attiva è inoltre l’attività di calcio giovanile, tra le varie squadre giovanili, la scuola calcio adelkam si contraddistingue per aver lanciato numerosi calciatori ed aver vinto molte competizioni nazionali ed internazionali. Alcamo è la sede principale del Trofeo Internazionale Costa Gaia, kermesse giovanile a cui partecipano molte squadre blasonate e che ha visto tra i protagonisti molti interpreti dei campionati maggiori. Anche il Basket è molto seguito e praticato, sicuramente oggi con risultati migliori del calcio. La compagine femminile, il Basket Alcamo (Gea Magazzini) che ha ottenuto nella sua storia risultati notevoli (lunga militanza in Serie A1 e finale di Coppa Ronchetti), ha militato per 11 anni nel campionato di Serie A2, riconquistando la massima serie dalla stagione 2011-2012. Anche la formazione maschile si è sempre ben contraddistinta, anche se non agli stessi livelli. La squadra cittadina di pallamano, il Pallamano Alcamo, che milita in serie A1, disputa le sue partite interne nel nuovo palasport Enzo D’Angelo, ove di recente ha anche giocato la Nazionale di pallamano dell’Italia.

PERSONALITA’ LEGATE AD ALCAMO

  • Arcangelo Piacentini da Calatafimi (1390-1460), presbitero e religioso francescano, venerato come beato dalla chiesa cattolica
  • Don Giuseppe Rizzo (1863-1912), presbitero, fondatore dell’omonima cassa rurale ed artigiana
  • Benedetto Di San Giuseppe (1847-1906), politico e senatore del Regno d’Italia nella XVIII legislatura
  • Don Ignazio Provenza (1911-1943), presbitero, cappellano militare deceduto durante la seconda guerra mondiale
  • Vito Guarrasi (1914-1999), avvocato ed imprenditore
  • Charley Fusari (1924-1985), pugile statunitense
  • Ludovico Corrao (1927-2011), politico e senatore
  • Francesco Parrino, (1931-1985), senatore e sottosegretario ai Beni culturali
  • Nicolò Mineo (1934), critico letterario e accademico
  • Vincenza Bono (1942), Ministro per i Beni e le Attività Culturali nel Governo De Mita
  • Gaspare Stellino (1944-1997), commerciante, testimone in un processo contro il racket del pizzo
  • Franca Viola (1947), prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore
  • Gaspare Umile (1948-2001), ex calciatore
  • Sergio Stellino ( 1953), ( calciatore )
  • Antonino Raspanti (1959), vescovo cattolico
  • Jean Alesi (1964), pilota automobilistico francese
  • Salvatore Asta (1915-2004), arcivescovo cattolico
  • Christian Rocca (1968), giornalista e scrittore
  • Antonino Asta (1970), ex calciatore ed allenatore di calcio
  • Adalgisa Impastato (1974), ex cestista
  • Giuseppe Scurto (1984), calciatore